NOVITÀ Nuovi orari mattino corso di ceramica

180594_1811620214517_7403209_n

Carissimi partecipanti

Viste le richieste di vari di voi, ho aggiunto due nuovi orari per frequentare il corso di ceramica presso la Associazione “I Bochaleri” ai giardini.

I nuovi orari sono:

Martedì e Giovedi 9.30 – 12.30 e  17.00 – 20.00 h

Non è importante avere un giorno fisso, potete venire quando più vi fa comodo

Annunci

II° mostra del nuovo GRUPPO BOILER

Elvezia Allari, Silvia Battisti, Françoise Calcagno, Cristina Cortese,
Mario Esposito, Hélène Galante, Catia Ghinelli, Daniela Levera,
Cate Maggia, Alix Manchet, Concetta Nasone, Gabriele Perissinotto,
Agustina Ponce, Luigi Rifani, Katia Scotti, Paola Volpato
10689621_820947257941192_4925851255793071924_n
opening sabato 27 settembre 2014 ore 18.00
fino al 28 novembre 2014
Françoise Calcagno Art Studio Venezia
da martedì a sabato 10.00 – 14.00
altri orari su appuntamento
Campo del Ghetto Novo 2918 Venezia
 
COMUNICATO STAMPA
Il rinnovato GRUPPO BOILER è lieto di presentarvi la sua seconda esposizione collettiva presso il Françoise Calcagno Art Studio.
Si tratta di un esperimento di condivisione permanente di uno spazio espositivo, da parte di 16 artisti che realizzano in questo modo un autentico showroom d’arte contemporanea. Le opere esposte sono di piccolo o medio formato e offrono un ricco e interessante spaccato della produzione artistica attuale. Tutti gli artisti coinvolti, di varie nazionalità, hanno un qualche legame con Venezia, ed è forse questo il filo che li unisce.
In questa occasione verranno esposte nuove opere degli artisti del gruppo Boiler.
Elvezia Allari crea allestimenti, monili e opere di textile design artificiali. I suoi materiali d’elezione sono il silicone, i polimeri a caldo, il filo di ferro cotto, la carta, impiegati in modo inconsueto.
Silvia Battisti realizza opere di dimensione ridotta dove l’intensità del colore, la scrittura dei segni, le linee metalliche compongono equilibri spaziali e formali a volte drammatici.
Françoise Calcagno gioca con immagini di Venezia e non solo, che inserisce nelle tele; la fotografia si unisce alla pittura astratta, ridando vita a ricordi ed atmosfere senza una vera collocazione temporale.
Cristina Cortese presenta qui gli studi di corpi colorati su carta; colori e carte da sempre occupano molto spazio nella ricerca dell’artista.
I quadri di Mario Esposito colpiscono per la varianza e la brillantezza delle forme e dei colori, creando un microcosmo in cui si esprime la sensibilità dell’artista, che trova nell’originale piccolo formato il proprio mezzo di comunicazione.
Gli ultimi lavori di Hélène Galante hanno come tema centrale la vita con i suoi cicli, l’artista vuole rappresentare la natura vegetale attraverso le sue opere, gioca con lo sguardo, per far nascere un dubbio e suscitare una domanda nello spettatore.
Le creazioni di Catia Ghinelli fanno parte di una raccolta unica, nella quale emerge il perfetto equilibrio tra natura, estro e fantasia. In ogni singola opera si esprime un sentimento, che ha come valore unico L’Amore.
Daniela Levera, ceramista e designer, comincia a lavorare l’argilla nel 2009. Ha approfondito i  suoi studi a Faenza e oggi lavora  nel suo laboratorio personale di Venezia, ricerca e sperimenta con la materia, svelando segreti e possibilità di questo meraviglioso materiale. Realizza tutto tipo di manufatto ceramico.
Cate Maggia è giunta all’elaborazione di una tecnica personale basata sull’impiego di collage, in cui utilizza indumenti e accessori che hanno scandito la sua storia.
Per Alix Manchet la matrice è la pagina bianca, dove il segno s’impone solcando il metallo, il legno, graffiando il plexiglass, strappando il cartone per lasciare che la luce si faccia strada tra i vuoti e i pieni delle sovrapposizioni, creando movimento e dinamismo.
Le B’estes di Concetta Nasone, create in collaborazione con Eugenia Pinna, sono oggetti scultura che rappresentano tre animali tipici della fauna sarda. Interamente realizzati a mano intrecciando la lana su una sagoma di legno pressato.
Gabriele Perissinotto nasce a San Donà di Piave dove vive e lavora. Qui presenta immagini fotografiche elaborate, realizzate su una base di alluminio.
“Casualità” è la parola chiave che l’artista Agustina Ponce usa per descrivere le sue opere, che nascono e maturano attraverso l’utilizzo di materiali di recupero e del colore. Il suo lavoro è un andare e tornare senza direzione, è ragione e irrazionalità, è tranquillità e sconcerto con un pizzico di azzardo.
Luigi Rifani nasce a Leros (Grecia) nel 1940. Autodidatta espone per la prima volta nel 1973 alla Bevilacqua la Masa. Dopodiché espone in numerose mostre: personali, di gruppo e collettive, in Italia e all’estero. La stampa, la radio, la televisione e vari critici si sono interessati la suo lavoro di ricerca artistica e le sue opere figurano in varie collezioni pubbliche e private.
Nelle sue opere, Katia Scotti ci invita a esplorare un mondo reso con una precisione e una cura per i dettagli che lo fanno sembrare reale, ma che allo stesso tempo dà forma a suggestioni, significati ed emozioni sempre nuovi.
Paola Volpato, artista multimediale, lavora ad affreschi, installazioni, video e libri d’arte. Qui presenta dei piccoli lavori ad acquerello della serie 1-2-3 stella? e Per Pessoa.
Ecco alcune immagini dell’ innaugurzione
1234001_822631887772729_7654677077425781382_n 10309058_822632304439354_9039862845150698037_n 10609621_822631131106138_3887377839815498786_n 10703746_822632151106036_7405688515297391164_n

ALTRO FUTURO III FIERA DELLA DECRESCITA E DELLA CITTA’ SOSTENIBILE

new_logo_altrofuturo

Dal 26 al 28 settembre 2014 – fond. Zattere, Venezia

Siamo presenti con la Ass. Bochaleri di Venezia, alla fiera che è iniziata venerdì 26 settembre.

Lungo le zattere vari espositori che propongono prodotti, laboratori e dimostrazioni. Tutti i giorni dalle 10.30 alle 17.00 presso il banchetto dei Bohaleri, proponiamo laboratori per bambini di tornio e cucchi gratuitamente, per gli adulti dalle 17.00 alle 20.00 laboratorio di cottura raku!.

Vieni a torvarci!

Ecco a voi più informazioni sulla fiera

Altro Futuro è  – prima di una fiera-   una  iniziativa per la cittadinanza , una proposta che assume  come principi del proprio agire anche il benessere e i diritti delle persone, la funzione sociale, la difesa dei beni comuni e dell’ambiente.

.E’ la III Fiera della decrescita e della città sostenibile, delle buone pratiche altro economiche, eque e solidali, biologiche e decrescenti , della valorizzazione delle relazioni culturali, di inserimento lavorativo di persone in situazione di disagio , di un senso collettivo di richiesta di cambiamento  e di giustizia che non si trova solo  in fondo ai nostri  ragionamenti ma sempre nostro impegno .

Altro futuro è anche un concetto profondamente politico perché  non si riferisce solo alla scelta interiore dell’individuo di cambiamento e di giustizia  ma richiama l’impegno comune per costruire una democrazia che non sia figlia dell’applauso, della scelta populista.

La  presenza in fiera delle economie solidali  è  importante perché  nel rapporto di identità con un territorio  che cambia sentiamo  la necessità di rappresentare i nostri valori e le nostre idee con un approccio e una proposta non convenzionale nelle scelte di acquisto, valorizzando un rapporto tra persone che rinunciano  alla seduzione dell’acquisto di massa  privilegiando i rapporti con i negozi di vicinato , le aziende locali, i mercati rionali e in generale con il lento processo di riappropriazione della terra e dei suoi significati .

E’ necessario sperimentare altre strade ideando spazi e misure future che possano ridare giustizia e sostenibilità sociale nel campo dei consumi, del risparmio, del lavoro e del commercio equo  internazionale e della  sostenibilità ecologica.

L’economia del NOI conosce ed è consapevole dell’esaurimento di un modello economico che sta provocando guasti sociali: Altro Futuro a Mestre e Venezia  è dare forma ad un REINCANTO dei nostri territori, luoghi dove si sperimenti una nuova forma di socialità , di scambi, di relazioni .

Altro Futuro è un’iniziativa di AEres Venezia per l’altra economia AEres – Venezia per l’altrAEconomia  un’associazione di secondo livello senza scopo di lucro a cui partecipano 27  realtà del territorio veneziano, che operano nei settori dell’economia sociale e solidale

L’associazione è attiva con iniziative per la cittadinanza sul territorio e presso il centro polifunzionale Palaplip di Carpenedo (Venezia), in via San Donà 195, AEres  il Comune di Venezia hanno stipulato un Patto di Sussidiarietà attraverso il quale sono  formalizzati i reciproci impegni di collaborazione e attraverso il quale ciascuna delle parti mette a disposizione delle risorse.

Con questa innovativa procedura amministrativa il Comune di Venezia ha voluto sostenere l’altrAEconomia, riconoscendo ad AEres una funzione pubblica in termini di promozione, sostegno e valorizzazione dell’economia sociale e solidale in città.

Ad Altro Futuro 2014 sono in calendario 25 conferenze , tavole rotonde  ed incontri cittadini tra cui 12 a Mestre e 13 a Venezia  .

Sono previsti  12 concerti all’aperto  di cui 6 a Mestre e 6 a Venezia, 5 laboratori didattici a Mestre e 8 a Venezia, 1 mostra fotografica e numerose iniziative per ogni area della fiera.

Festival della ceramica a Nove – PORTONI APERTI 2014

10659264_329978283846786_5735583239545646095_n

Informazioni

Un weekend a Nove (Vicenza), una delle “Città Italiane della Ceramica” alla scoperta del mondo della ceramica e dei ceramisti. Un suggestivo ed emozionante incontro con questa arte fatta di terra, fuoco e colore plasmati dalle mani dell’uomo.
Missione

Promuovere la festa e gli eventi della manifestazione

PORTONI APERTI è una mostra-mercato che si svolge in Settembre nella Piazza De Fabris, centro pulsante della vita novese, con espositori provenienti dalle città della ceramica italiane, francesi, tedesche, austriache, croate, slovene e da altre nazioni europee. Una occasione per conoscere gli artisti e le loro opere, e per provare e imparare in prima persona i segreti del “fare ceramica”.

Anche quest’anno la Ass. I Bochaleri, sono stati presenti all’incontro a nove, con un banchetto nella mostra mercato, e con dimostrazioni e cotture particolari fatte all’aperto.

Gli incontri che si sviluppano nelle citta’ della ceramica italiane, come Nove, Faenza, Montelupo e tante altre sono una vera e propria occasione di confronto e scambio tra ceramisti di idee, tecnologie, saperi, tecniche e il futuro del artigianato ceramico.

Condivido con voi alcune fotografie del evento.

10565212_831405076884231_6844533464049425152_n 10665917_831892860168786_3166726220045599815_n 10696431_831893000168772_3876851236502399588_n